You are now being logged in using your Facebook credentials

Si sono appena conclusi a Premana, in Lombardia, i Campionati del Mondo di corsa in montagna e il Tuscany Camp ne rientra da assoluto dominatore grazie al bottino di medaglie conquistato dai suoi atleti ugandesi: tre medaglie d’oro individuali, un argento, un bronzo e due medaglie d’oro nel settore giovanile e senior.

 

Una soddisfazione per tutta l’équipe di San Rocco a Pilli (SI), capitanata dall’instancabile Giuseppe Giambrone, che proprio in queste ore si prepara a un altro importante appuntamento: i Mondiali di Atletica in programma a Londra dal 4 al 13 agosto, dove gareggeranno tre atleti ormai stabilmente di casa al Tuscany Camp: Stefano La Rosa nella maratona, Albert Chemutai nei 3000 siepi e Jacob Kiplimo nei 5000 metri. Scenderanno in pista anche altri atleti che si sono allenati al centro fino allo scorso inverno: Robert Chemonges nella maratona e Mercyline Chelangat nei 5000 metri. Nella maratona sarà impegnato anche il bronzo nei 42 km ai mondiali di Pechino del 2015 Solomon Mutai.

 

Tra i primi a scendere in pista ci sarà Stefano La Rosa, anche lui da diversi anni presenza fissa al centro in provincia di Siena. Ad aspettarlo, domenica 6 agosto, la distanza regina dei 42 km che l’atleta dei Carabinieri affronterà con il carico di una lunga stagione di allenamenti: “Mi sono allenato bene in altura a St Moritz” – dichiara l’atleta grossetano – “poi al centro abbiamo rifinito tutto al meglio. Sono fiducioso di fare una bella gara. Ringrazio il Tuscany Camp, Giuseppe Giambrone, i miei compagni di allenamento per l’ottimo lavoro e gli allenamenti che abbiamo fatto insieme, il mio gruppo sportivo dei Carabinieri e gli sponsor.”

 

Come sempre, ad accompagnare la squadra di atleti ci sarà Giuseppe Giambrone, soddisfatto degli ultimi successi dei suoi ragazzi e delle nuove opportunità del centro, arricchito da poco dalla nuova pista e aperto anche agli atleti master e amatori per allenamenti e assistenza medico-sanitaria.

 

Quindi tutti a tifare per il Tuscany Camp ai Mondiali di Londra e, da settembre, a correre con i campioni.