You are now being logged in using your Facebook credentials

Maratona e dintorni

reggio2017 2

Maratona di Reggio Emilia: on line tutte le foto ed i video

13 Dicembre, 2017 Stefano Morselli - Redazione Podisti.Net
Sono finalmente on line tutte le immagini fotografiche della 22^ Maratona di Reggio Emilia, le trovate QUI. Di seguito trovate anche due video, il primo relativo al pregara ed alla partenza, mentre il secondo è stato girato al 15° chilometro dove abbiamo…
Rieti Maratona 2017 foto Daniela Gianaroli

Rieti – 4^ Maratona Città di Rieti

11 Dicembre, 2017 Fabio Marri - Direttore Podisti.Net
SERVIZIO FOTOGRAFICO “Ma che ci siete venuti a fare a Rieti?”, ha chiesto una negoziante al cui bancone stavamo facendo acquisti. “Per correre la maratona”. “E venite fino a Rieti per fare la maratona?”. Si può solo allargare le braccia, aggiungendo che Rieti…
reggioemilia2017 1

Reggio Emilia - 22^ Maratona di Reggio Emilia - Città del Tricolore

10 Dicembre, 2017 Comunicato stampa
SERVIZIO FOTOGRAFICO - CLASSIFICA GENERALE - Due prime volte e due record per la 22esima edizione della Maratona di Reggio Emilia-Città del Tricolore: vincono il ruandese Simukeka e l’etiope Tsehai. Iscritti: 2650 alla maratona- Vito Intini firma il record…
reggio partenza2017

22^Maratona di Reggio Emilia: 2600 iscritti

06 Dicembre, 2017 Comunicato stampa
SERVIZIO FOTOGRAFICO 2016 - Sono 2600 gli iscritti alla 22esima Maratona di Reggio Emilia-Città del Tricolore, con un atteso ritocco al rialzo visto che i conteggi sono ancora in corso e che sabato 9 dicembre verrà aperta una “finestra” per i ritardatari,…
Reali paolo valencia 2017

Valencia Marathon, una “fiesta” mobile

02 Dicembre, 2017 Paolo Reali
VIDEO IN FONDO AL RACCONTO - La nota frase del romanzo di Ernest Hemingway in effetti, si riferisce alla Parigi dello scrittore degli anni della sua giovinezza, ma mi è piaciuto apostrofare così la mia esperienza a Valencia. E’ sempre una grande emozione…

Lecce – 2^ Maratona del Barocco

30 Novembre, 2017 Michele Rizzitelli
Una maratona perfetta. L’unico errore è stato l’averla collocata nello stesso giorno di quella di Firenze. Una ingenuità di programmazione che è costato il dimezzamento degli arrivati (440) rispetto alla prima edizione (962). Nessuna città al mondo attrae…

Podisti.Net Abruzzo

Montesilvano (PE) – 3^ 21097 metri sul chilometro lanciato

20 Novembre, 2017 Paolo Sinibaldi
Con l’organizzazione del gruppo sportivo “Bersaglieri di Corsa” e il supporto del Comune di Montesilvano, è andata in scena la terza edizione della mezza maratona denominata “21097 metri sul chilometro lanciato”, a ricordare che su queste strade in passato si…

Controguerra (TE) - 21^ Corsa di San Martino

12 Novembre, 2017 Vittorio Camacci
Controguerra vale ancora una Messa, anche se ormai i podisti pugliesi superano quelli locali, urge l'aiuto del simpatico collega pugliese Roberto Annoscia, perché essi giungono qui a frotte in autobus allettati dal ricco pacchetto turistico che coinvolge 26…

Cologna Spiaggia (TE) - 28° Trofeo Annalia Rongai

03 Ottobre, 2017 Vittorio Camacci
La "Maratonina Colognese - 28° Trofeo Annalia Rongai" si è ripresentata come sempre ad inizio autunno con il suo classico percorso di 10 chilometri formato da due giri intorno al paese con passaggio anche sul lungomare della cittadina adriatica, con partenza…

Petriccione di Castellalto (TE) - 3^ Maratonina della Val Tordino

17 Settembre, 2017 Vittorio Camacci
Grande successo di pubblico e di atleti per la terza edizione della Maratonina della Val Tordino, che ha visto oltre 400 partecipanti ai tre eventi in programma: la gara competitiva di 10 chilometri (valida per il Criterium Piceni & Pretuzi, il Corri-Master…

Montorio al Vomano (TE) - 16° Trofeo Tre Colli

10 Settembre, 2017 Vittorio Camacci
Solo 120 iscritti, ma un interessante percorso di 8,7 chilometri, un bellissimo nervoso circuito che comprendeva le vie interne della cittadina abruzzese ed un'organizzazione appassionata, hanno contraddistinto la 16^ edizione del Trofeo tre Colli, che ha…

Alba Adriatica (TE) - 2^ Maratonina Alba Running

03 Settembre, 2017 Vittorio Camacci
Siamo solo alla seconda edizione, ma il bilancio è ricco di soddisfazioni per questa gara di 10 chilometri che si svolge nello splendido scenario di una delle riviere più belle d'Abruzzo, su un percorso chiuso al traffico, pianeggiante e suggestivo, un andata…

Podisti.Net Sicilia

Montelepre (PA) - 7° Trofeo Podistico M.SS. Immacolata

12 Dicembre, 2017 Ufficio Stampa Biorace
Ha concesso il bis Salvatore Pisciotta alla settima edizione del Trofeo Podistico M.SS. Immacolata Montelepre riconfermando il gradino più alto dl podio già conquistato nella scorsa edizione. La manifestazione organizzata egregiamente (giovedì 07 dicembre)…

Gela (CL) – 3^ Leopoldia Dune Sprint Trail

09 Dicembre, 2017 Ufficio Stampa Evento
Venerdì 8 dicembre la terza edizione del Leopoldia Dune Sprint Trail è stata vinta da Damiano Tandurella della società sportiva Atletica Gela. Sotto il sole di una splendida giornata invernale, una cinquantina di atleti, fra corridori e camminatori, ha…

Palermo – 1^ 6 Ore di Mondello

08 Dicembre, 2017 Ufficio Stampa Evento
Devastante e irriverente quanto basta, Massimo Buccafusca, palermitano tesserato per il club Atletica Partinico ha vinto e con merito la prima edizione della 6 Ore di Mondello, che si è disputata oggi nella splendida borgata marinara del capoluogo siciliano.…

Castelbuono (PA) - 1^ Corri tra le Vigne Wine Trail

12 Novembre, 2017 Ufficio Stampa Evento
Vincenzo Agnello (Atletica Nebrodi) e Christine Prothmann (Palermo h.13.30) sono i vincitori della prima edizione di “Corri tra le Vigne Wine Trail”, manifestazione organizzata dal Gruppo Atletico Polisportivo Castelbuonese, che ha avuto come partner e…

Patti (ME) - 5^ Scalata Patti-Tindari

08 Novembre, 2017 Ufficio Stampa Evento
Le emozioni che permeano la cronoscalata più partecipata della Sicilia colgono impreparati persino gli spettatori. Sorrisi, brividi e nemmeno le lacrime sono mancati all’appello della 5^ Scalata Patti-Tindari. 475 ai nastri di partenza, una Piazza Marconi…

Palermo - 8° Memorial Podistico Salvo D’Acquisto

03 Novembre, 2017 Ufficio stampa GP Sicilia
A detta di tutti i partecipanti l’ottava edizione del Memorial Podistico Salvo D’Acquisto è stata la migliore edizione fino ad ora organizzata, riuscendo a coinvolgere in maniera totale centinaia di atleti, associazioni ed importanti aziende siciliane e…

Una sola edizione, unica e irripetibile! Hoc erat in votis. Saranno di parola? Ne dubito, essendo la ciambella riuscita col buco. Avranno tutto da guadagnare nel sostituire la Belluno-Feltre con La Piave Marathon. Vuoi mettere una distanza di 30 km, che non sa né si carne né di pesce, con quella classica di 42,195 km? La risposta l’ha data il mercato: la maratona ha raccolto un numero di iscritti tre volte superiore della Belluno-Feltre, che si corre da 10 anni. Oltretutto, riempirebbe un vuoto, essendo Belluno con Rovigo l’unica provincia veneta senza una maratona. Ne gioverebbe il turismo perché entrerebbe nei circuiti internazionali, mentre la distanza spuria la lascerebbe nel limbo delle manifestazioni provinciali.

E’ ragionevole pensare che il motivo dell’organizzazione della maratona non sia stato quello debole della celebrazione della 10^ edizione della Belluno-Feltre, un numero piccolo e insignificante rispetto alla 44^ del Mugello, alla 45^ del Passatore, alla 121^ di Boston, per non parlare dei numeri personali dei concorrenti presenti in gara che parlano di 982 e di 737 maratone/ultra in carriera. Mi piace pensare che l’unico scopo della maratona sia stato quello di ricordare il 100° anniversario dell’epopea del Piave, fiume Sacro alla Patria attraversato dal Ponte degli Alpini e dal Ponte della Vittoria a livello di Belluno. La Canzone del Piave, composta da E. A. Mario, autore di famose melodie napoletane, fu inno nazionale dal 1943 al 1946, e fu sostituito dall’Inno di Mameli da Alcide De Gasperi, offeso perché il musicista si rifiutò di comporre una canzone per la Democrazia Cristiana. Anche il Vate si cimentò col Piave: “Non c’è più se non un fiume in Italia, il Piave; la vena maestra della nostra vita. Non c’è più in Italia se non quell’acqua, soltanto quell’acqua, per dissetar le nostre donne, i nostri figli, i nostri vecchi e il nostro dolore”.

Il Piave, protagonista nella prima guerra mondiale, è stato la linea direttrice di tutta la maratona. Fino a Belluno si è tangenti alla sua riva sinistra, una lingua d’acqua in un vasto letto ghiaioso serpeggiante tra montagne boscose con aspre cime e verdi colli degradanti al fondo della valle. Non sempre il Sacro Fiume è visibile, ma quando scompare sono i suoi affluenti a sostituirlo, e l’acqua non ci abbandona mai. Ed anche gli altissimi dossi, sterrati o asfaltati, non finiscono mai, mettendo a dura prova quadricipiti e polpacci. La strada è stretta e sinuosa, e bisogna delicatamente lavorar di gomito per farsi strada. In vista del capoluogo, il paesaggio si fa meno rustico, lo sterrato scompare, la strada diventa ampia e le file si allargano. E’ una fortuna che il Ponte degli Alpini abbia una alta ringhiera di protezione, da quell’altezza una crisi vertiginosa potrebbe sorprendere chi ha un apparato labirintico sensibile. Belluno, situata a metà percorso e posta su un alto sperone, è come una ciliegina sulla torta di questa maratona. Piazze e vie pittoresche, portici a non finire, case gotiche, altissimo abside del duomo e spettacolari scorci improvvisi sul fiume, che qui riceve il torrente Ardo e diventa ampio.

A livello del Ponte della Vittoria, si volgono le spalle alla città, ci si porta alla sinistra del corso d’acqua e il serpentone multicolore sciama in Val Belluna. Permane un certo sapore agreste, ma la frizzante area di montagna è scomparsa. Più che le vette, sono alti gli slanciati campanili cuspidati che s’innalzano sulle case. Anche questa seconda metà di maratona ha le sue difficoltà altimetriche, ma gli ultimi chilometri sono proprio in discesa, e taglio in traguardo con ampie falcate con la mia mano in quella di Ilaria Razzolini.

Ha funzionato il mio chip nel tagliare il traguardo? E’ la domanda che mi pongo quando non vedo il mio nome inserito fra gli arrivati. Poi mi rendo conto che c’è un buco nella classifica: nessuno avrebbe tagliato il traguardo fra le 4:00 ore e le 4:19, mentre ho concluso la gara in 4:06:26 (4:05:42 tempo reale), preceduto e seguito da decine di concorrenti. Sperando nella rettifica della classifica, me ne vado sulla linea del traguardo ad attendere l’arrivo dell’altra metà. Il cielo comincia a rabbuiarsi e raffiche di vento scuotono archi gonfiabili e teloni.

Quando ritorno nel tendone del pasta-party ove sono in corso le premiazioni, mi dicono d’essere stato già chiamato come primo di categoria. A cerimonia conclusa, alla chetichella mi viene consegnata una confezione di 6 kg di formaggio Piave e un bustone contenente bottiglia di Prosecco, di birre, ancora formaggio, vestiario tecnico, ecc. Pioviggina nel prendere la navetta che mi porterà a Belluno, scelta da me come base logistica.

Bisognerebbe correrla al contrario, questa maratona. E’ più eccitante inseguire il Fiume Sacro verso le sue sorgenti e avere le montagne davanti mentre diventano sempre più alte. L’impegno fisico non sarebbe maggiore, nonostante si andrebbe dai 264 m di Busche ai 434 m di Fortogna. L’altimetria conta poco in questo percorso, caratterizzato da continui saliscendi senza un metro di piano. L’arrivo sarebbe, poi, al davanti del cimitero delle vittime del Vajont. Pertanto, celebrato quest’anno il centenario della resistenza sul Piave e l’inutile strage della prima guerra mondiale, nelle prossime edizioni il mondo della corsa andrebbe a rendere omaggio ai morti di una strage consapevole. Per non dimenticare.

facebook2 youtube2  googleplus33 instagram rss 

Classifiche recenti

There are not feed items to display.
  • Check if RSS URL is online
  • Check if RSS contains items

Login Redazione

 

Foto Recenti