You are now being logged in using your Facebook credentials

Ennesimo successo di partecipazione all’Alì Family Run del Parco San Giuliano di Mestre che si è svolta questa mattina, ultima tappa, dopo quelle di San Donà e Dolo, delle tre manifestazioni non competitive dedicate a studenti e famiglie, che fanno parte del percorso di avvicinamento alla 32^ Huawei Venicemarathon di domani (ore 9.40 da Stra a Riva Sette Martiri). 

 

Oltre 6000, tra studenti e famiglie, vestiti con t-shirt bianche e arancio griffate Alì & Aliper e con pettorale BPM, alle 10 esatte di questa mattina si sono scatenati nei sentieri del parco, lungo un percorso di circa 4 km che domani interesserà anche il passaggio dei maratoneti. Un serpentone talmente lungo da impiegare oltre 10 minuti per passare tutto sotto l’arco di partenza.

 

Sono due mezzofondisti dell’Aristide Coin di Mestre i trionfatori di questa mattina. Thomas D’Este, 13enne studente del Liceo Scientifico Morin e Elisabetta Moressa, 17 anni del Bruno-Franchetti e sorella della vincitrice dello scorso anno.

 

Una cerimonia di premiazione eccezionale con Giusy Versace e Alex Zanardi. Il “Trofeo BPM” è stato vinto dall’Istituto di Istruzione Superiore Statale Liceo “G. Bruno – Franchetti” di Mestre con 1057 partecipanti. Le atre due scuole più numerose sono state il Liceo “Benedetti – Tommaseo” con 508 e il Convitto Nazionale "Marco Foscarini" (primaria e secondaria) 353.

 

Alla Family Run di Parco San Giuliano erano presenti questi istituti e gruppi: I.C. “Da Vinci” (plesso Di Vittorio), Scuola Primaria San Gioacchino, Scuola Secondaria di I e II Grado Santa Caterina, IC Spallanzani – Bellin, Convitto Foscarini (Medie ed Elementari), IC Don Milani, IC Ilaria Alpi (plesso Volpi), Liceo Artistico – Classico Marco Polo, I.I.S. “F. Algarotti”, Scuola San Giacomo e Santa Caterina, IC Spallanzani – Sede Centrale, I.I.S. Polo Artistico, Scuola Primaria “G.C. Parolari”, I.C. Grimani, Scuola Media Trentin, I.C. Cesco Baseggio (plesso di Malcontenta), I.C. Roncalli, Istituto Berna ed il Gruppo Mamme Scuola Da Vinci.

 

Avevo partecipato alla Family Run alcuni anni fa assieme a Bebe Vio e ad Art4Sport e già allora mi ero stupita di quanta gente richiamasse questa manifestazione. E’ bello vedere così tanto entusiasmo, soprattutto tra i giovani, e mi ha fatto piacere vedere partecipanti in carrozzina. Manifestazioni come queste aiutano a veicolare nel modo giusto i valori dello sport, dell’integrazione e della solidarietà” – le parole di Giusy Versace.

 

Oltre a correre e divertirsi, giovani e famiglie hanno contribuito ad aiutare la solidarietà. Una parte del ricavato delle iscrizioni verrà restituita alle scuole partecipanti per progetti didattici, e una parte favorirà il progetto di Alex Zanardi Obiettivo 3.

 

“Obiettivo3 è un progetto che mira a reclutare, avviare e sostenere concretamente ed economicamente persone disabili che vogliono iniziare ad intraprendere un’attività sportiva. Come dice il nome stesso del progetto, l’obiettivo finale, o meglio la sua ambizione, è quella di andare oltre l’avviamento allo sport di quante più persone possibile, per individuarne almeno tre capaci di crescere fino a centrare la qualificazione ai prossimi Giochi Paralimpici di Tokyo 2020” – ha raccontato Alex Zanardi.

facebook2 youtube2  googleplus33 instagram rss 

Classifiche recenti

There are not feed items to display.
  • Check if RSS URL is online
  • Check if RSS contains items

Login Redazione

 

Foto Recenti