You are now being logged in using your Facebook credentials

La 24^ Marcialonga dei Colli Moglianesi, che si corre sempre in notturna tra le strade del piccolo borgo collinare a metà strada tra i Monti Sibillini ed il Mare Adriatico, ha fatto registrare un bel numero di partecipanti, dei quali quasi trecento hanno preso parte alla competitiva FIDAL di 9 chilometri, mentre gli altri si sono divisi tra le gare giovanili, le passeggiate non competitive e la prima edizione della "Stracanina".

Ottimamente organizzata dal Runner's Club Mogliano, in collaborazione con la Sacen Corridonia e l'Avis di Mogliano ed inserita nella rievocazione storica "Mogliano 1744",  originale evento folkloristico che tra manifestazioni in costume e taverne ricche di cibi tradizionali vuole ricordare quando i moglianesi favorirono le truppe austriache in viaggio verso il meridione e la Regina D' Ungheria dichiarò "Mojà", città con diploma.

 

In un' afosa serata estiva su un percorso suggestivo e ricco di impegnativi saliscendi, tra le stradine di campagna, a volte scarsamente illuminate e con un importante controllo mancante al giro di boa, terreno fertile per i soliti stolti furbetti, hanno dettato il loro ritmo due "stamurini", l'anconetano Luigi del Buono in campo maschile e la triatleta maceratese Denise Tappatà al femminile.

Il primo ha poi chiuso la gara in 29' 50" anticipando nettamente Giuseppe Localzo (32'23") e Cristian Brunori (32'41") . Mentre la seconda si è imposta facilmente in 35' 42"  davanti all'esperta elpidiense Barbara Paccapelo (38'40") e l'osimana Marilena Cesarini (40'01").

La festa è proseguita come consuetudine fino a serata inoltrata con spettatori, atleti e familiari impegnati a gustare le prelibatissime specialità locali nelle numerose taverne allestite per l' occasione tra le antiche contrade del borgo.

facebook2 youtube2  googleplus33 instagram rss 

Classifiche recenti

There are not feed items to display.
  • Check if RSS URL is online
  • Check if RSS contains items

Login Redazione

 

Foto Recenti