You are now being logged in using your Facebook credentials

Dematteis Bernard Martin foto Roberto Mandelli

 

Domenica 6 novembre torna la maratona più affascinante del mondo. In gara anche i gemelli Dematteis campioni della corsa in montagna con Bernard al debutto sulla distanza.

Dopo i successi nella corsa in montagna, i gemelli Bernard e Martin Dematteis (Corrintime) sono pronti per un nuovo obiettivo: niente meno che la New York City Marathon! La 42,195 km più suggestiva del mondo, con partenza dal ponte di Verrazzano e arrivo nel verde di Central Park, taglierà domenica 6 novembre il traguardo delle 46 edizioni. L’Italia sarà la nazione estera più rappresentata con oltre 2800 podisti mentre il numero complessivo di iscritti supera i 60.000.

Se i favoriti per la vittoria sono i keniani Stanley Biwott e Mary Keitani, già vincitori lo scorso anno, il tifo degli appassionati piemontesi c’è da scommetterci che sarà tutto per i gemelli cuneesi campioni della corsa in montagna. Martin ha già debuttato in maratona a Roma proprio questa primavera, con un tempo finale di 2h18:20; per Bernard invece sarà il debutto assoluto sulla distanza. Arrivo a New York con una preparazione giocoforza un po’ “schiacciata”, dopo i Mondiali di corsa in montagna il tempo non è stato molto.

I gemelli Dematteis sul podio dei Campionati Europei di Corsa in MontagnaMa per me, in seguito all’infortunio che mi ha impedito di correre a Roma in primavera, è il debutto e voglio allora godermela tutta: non capita a tutti di esordire in maratona proprio a New York! Proverò a battere il tempo che Martin ha fatto a Roma - scherza Bernard - ma soprattutto di farmi portare dalla magica atmosfera di questa maratona, che sogno da tanto tempo”. Quest’anno Martin si è laureato campione europeo di corsa in montagna ad Arco, dopo un arrivo emozionante insieme al fratello che gli ha ceduto la vittoria, e spiega: “Per me è già una gioia riuscire a presentarmi al via. Per colpa di un’infiammazione al flessore lungo dell’alluce destro, ho passato le ultime settimane a correre in acqua, facendo in piscina anche gli ultimi lavori. Ce l’ho messa tutta lo stesso, ma è ovvio che ho molte più incognite rispetto a Roma. In nessun modo volevo però mancare e sono convinto che, a prescindere, questa potrà essere per me una grande esperienza”.

 

facebook2 youtube2  googleplus33 instagram rss 

Classifiche recenti

There are not feed items to display.
  • Check if RSS URL is online
  • Check if RSS contains items

Login Redazione

 

Foto Recenti