You are now being logged in using your Facebook credentials
Domenica 1 marzo è in programma la Roma-Ostia, la mezza maratona più partecipata d'Italia, la Nuova Atletica Isernia sarà rappresentata da ben 15 atleti, pronti ad affrontare il percorso che dal PalaLottomatica dell'Eur porta alla Rotonda di Ostia; tra questi da segnalare la presenza di Giovanni Grano, in piena fase di preparazione in vista della maratona primaverile. A lui e ad Antonio Costa sono affidate le maggiori aspettative della società pentra in termini di piazzamenti, mentre per i master l’obiettivo è quello di divertirsi oltre che migliorare i propri personal best sulla distanza.

La gara prevede una sfida nella sfida: oltre alla vittoria finale, gli italiani in gara si batteranno per aggiudicarsi la leadership nazionale sempre ambita in questa manifestazione. Ai nastri di partenza quattro i top runner italiani su cui sono puntati i riflettori degli organizzatori per questo ambito traguardo: Ahmed El Mazoury, Domenico Ricatti, Giovanni Gualdi e Danilo Goffi, tutti e quattro ben conosciuti dal pubblico isernino per essere passati nel capoluogo pentro in occasione di diverse edizioni della CorrIsernia.

Giovanni Grano, pur avendo tutte le carte in regola per lottare con loro, non forzerà la mano proprio perché in fase clou della preparazione. A detta del suo allenatore, Luciano Di Pardo, “utilizzerà la gara di domenica come primo test programmato in vista della sua maratona primaverile, il cui campo di scelta si è ristretto a Londra o Amburgo”. L’obiettivo al traguardo, comunque, è quello di arrivare immediatamente a ridosso dei primi.

Il maratoneta di Bojano in forza alla NAI resterà nella capitale anche lunedì, questa volta in una veste inedita, quella di attore, per registrare, insieme ad altri atleti, lo spot per uno dei main sponsor della Maratona di Roma.

Per il settore giovanile ottimi riscontri sono arrivati nello scorso weekend dalla pista di atletica leggera di Formia, dove la responsabile del settore giovanile Silvana Azzolini ha accompagnato un nutrito gruppo di giovani atleti NAI della categoria ragazzi/e a confrontarsi con altri giovani provenienti dalle regioni del centro sud. Con loro anche il tecnico Umberto Di Ciò con gli allievi.

Un test importante per tutte le piccole “furie rosse” e, in particolare, per Fabiana Sassi (2004) e Gemma Varone (2007) – entrambe seconde sulla distanza dei 50m nelle rispettive categorie – che hanno dimostrato di poter competere senza timore con le pari età di realtà più strutturate e numericamente più importanti.

facebook2 youtube2  googleplus33 instagram rss 

Classifiche recenti

There are not feed items to display.
  • Check if RSS URL is online
  • Check if RSS contains items

Login Redazione

 

Foto Recenti